DANIIL TRIFONOV, pianoforte

Solopiano
Fuori Abbonamento
In coproduzione con Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

BEETHOVEN: Andante Favori in fa maggiore WoO. 57
BEETHOVEN: Sonata n.18 op. 31 n .3
SCHUMANN: “Bunte Blätter” op. 99
SCHUMANN: Presto Passionato op. 22
PROKOFIEV: Sonata n. 8 in si bemolle maggiore op. 84

 

I biglietti sono in vendita presso le biglietterie del Teatro della Pergola, del Teatro del Maggio, i punti vendita Boxoffice Toscana, online su www.ticketone.it e www.maggiofiorentino.com

Prezzi
Platea 1 € 50
Platea 2 € 45
Platea 3 € 35
Platea 4 € 30
Palchi € 25
Galleria € 20

Riduzione 10% valida per: giovani fino a 30 anni, abbonati alla stagione del Teatro della Toscana, soci Lyceum Club Firenze, Amici di Palazzo Pitti, UnicoopFirenze, Controradio Club, Rete Toscana Classica, Lungarno, Amici dei Musei Fiorentini, Carta British Institute of Florence, Carta Istituto francese Firenze, Carta Più/MultiPiù Feltrinelli, MyCard Farmacie Comunali Firenze, iscritti Università dell'Età Libera, Istituto Universitario Europeo, possessori biglietti, abbonamenti e smart card Trenitalia, possessori biglietti e abbonamenti ATAF & Li-nea e Busitalia.

Riduzione 20% valida per: abbonati Stagione 2018/2019 Amici della Musica Firenze e Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

 

Nato a Nizhny Novgorod nel 1991, Trifonov ha iniziato a studiare musica all’età di cinque anni con Tatiana Zelikman all’Accademia di musica Gnessin di Mosca per poi proseguire i suoi studi negli Stati Uniti al Cleveland Institute of Music con Sergei Babayan.
La sua ascesa nella firmamento internazionale inizia nella stagione 2010/11 con il terzo premio al Concorso Chopin di Varsavia, il Primo premio al Concorso Rubinstein di Tel Aviv e il Primo premio e il Grand Prix al Concorso Čaikovskij di Mosca. Nel 2013 ha ricevuto il prestigioso Premio Franco Abbiati quale miglior solista dall’Associazione nazionale dei critici italiani.
Le sue esecuzioni combinano tecnica straordinaria con rara sensibilità e profondità di pensiero. Si è esibito con le maggiori orchestre e direttori di primo piano in tutto il mondo ospite di prestigiose sale da concerto e dei maggiori festival. Si dedica anche alla composizione. Nel 2014 ha debuttato in questa veste presentando il suo Primo Concerto per pianoforte al Cleveland Institute of Music.
Nella stagione 2015/16 ha debuttato alla Walt Disney Hall di Los Angeles, è stato artist in residence alla Wigmore Hall, ha eseguito il suo Concerto per pianoforte con la Philadelphia Orchestra, è stato eletto nel
Board della New York Philharmonic. Ha inaugurato la stagione 2016/17 con una tournée con la Filarmonica della Scala e Riccardo Chailly e una serie di recital in Germania e Austria. Tra gli altri impegni della stagione appena passata ricordiamo anche il recital alla Carnegie Hall, i concerti con la Chicago Symphony Orchestra e Riccardo Muti (Primo Concerto di Čaikovskij), la torunrée con Valery Gergiev (integrale dei Concerti di Rachmaninov), un progetto da camera con Anne-Sophie Mutter e i Mutter’s Virtuosi al Salzburg Whitsun Festival, i concerti con Yannick Nézet-Séguin e la Philadelphia Orchestra, con Andris Nelson e la Boston Symphony Orchestra al festival estivo di Tanglewood e con i Wiener Philharmoniker al Festival di Salisburgo.
La stagione 2017/18 si è aperta con una tournée in Giappone e Cina in settembre. Dopo la tournée europea sarà protagonista di una serie di concerti negli Stati Uniti nei quali eseguirà il suo Concerto per pianoforte e tornerà alla Philharmonie di Berlino dove eseguirà il Concerto di Schumann con i Berliner Philharmoniker e Mariss Jansons.
Dal 2013 incide in esclusiva per Deutsche Gramophone. Nel 2014 esce “The Carnegie Recital”, registrato dal vivo alla Carnegie Hall nel 2013 che merita una nomination ai Grammy Awards e l’Echo Klassik Award. Tra le altre incisioni ricordiamo un CD dedicato a Chopin per Decca e il Primo Concerto di Čajkovskij con Valery Gergiev e l’Orchestra del Teatro Mariinskij, “Rachmaninov Variations” inciso con la Philadelphia Orchestra e Yannick Nezet-Seguin che gli è valso il premio Artist of the Year 2016 della rivista Gramophone, “Trascendental”, doppio album dedicato a Liszt (Echo Klassik 2017), “Preghiera” dedicato ai Trii di Rachmaninov con Gidon Kremer e Giedrè Dirvanauskaité e la recentissima pubblicazione di “Chopin Evocation”.

 

[© Dario Acosta / DG]


Event Booking Form

About Post Author

luisa