ANDREA LUCCHESINI, pianoforte – GIUSEPPE CEDERNA, voce recitante

Turno A, C

Leopardi & Schubert

Quale luogo è più adatto ad ascoltare i Canti di Giacomo Leopardi di una sala da concerto? E cosa, se non la musica, esprime ciò che non può essere detto, ma su cui è impossibile tacere (Victor Hugo)? La risposta a queste domande ci ha portato a comporre una serata di musica e poesia.
La musica di Leopardi e la poesia di Schubert parlano la stessa lingua: nel desiderio d’amore insoddisfatto, nella disperazione del dolore, nel senso della morte incombente, ma anche nella consapevolezza del proprio valore, della grandezza dell’uomo che nonostante tutto lavora, creando fino all’ultimo giorno capolavori dell’arte che arrivano freschi e intatti a noi, oggi.
I tratti dell’estetica romantica si compongono insieme, mentre ascoltiamo i più celebri Canti di Leopardi e gli immortali pezzi pianistici schubertiani scelti tra i Momenti musicali, gli Improvvisi, i Klavierstücke...).
Musica e parola si riverberano l’una sull’altra, e se il compositore scriveva in un diario: “Le mie creazioni sono il frutto della mia conoscenza della musica e del dolore” (1824), nessun manifesto poetico può essere più leopardiano della musica di Schubert.

Andrea Lucchesini


Event Booking Form

About Post Author

maurizio