QUARTETTO FONÉ – MARIA COSTANZA NOCENTINI, soprano

Turno A, C
Progetto Sehnsucht II: Gesänge

R. SCHUMANN: Quartetto in la maggiore op. 41 n. 2
SCHUBERT: Erlkönig: Werreitet so spät op. 1 D. 328
Fa. MENDELSSOHN: Sehnsucht op. 9 n. 7
R. SCHUMANN: Mondnacht da Liederkreis op. 39 n. 5
Fe. MENDELSSOHN: Venetianisches Gondellied op. 57 n. 5
Fe. MENDELSSOHN: dal Quartetto op. 13 in la minore, Intermezzo
C. SCHUMANN: Die Lorelei
BRAHMS: Zwei Gesӓnge da Gestillte Sehnsucht op. 91 n.1
STRAUSS: Wiegenlied op. 41 n. 1

Il Quartetto Foné si è formato alla scuola di Franco Rossi, violoncellista del Quartetto Italiano, perfezionandosi in seguito con il Quartetto Borodin, insieme al quale ha presentato l'Ottetto di Shostakovich in varie città italiane, e con il Quartetto di Tokyo, con il quale ha studiato all’Università di Yale in qualità di titolare di borsa di studio della stessa Università; è stato inoltre quartetto in residence presso il Norfolk Music Festival in Connecticut, dove ha preso parte a esecuzioni dell’opera integrale di Beethoven e di Bartók assieme allo stesso Quartetto di Tokyo.
Dopo essersi affermato in vari concorsi nazionali (Stresa, Palmi, Trapani) nel 1989 ha vinto il primo premio al Concorso internazionale "G.B. Viotti" di Vercelli. Nel Dicembre 1991 ha ottenuto il secondo premio al Concorso internazionale per quartetto d'archi "D. Shostakovich" a San Pietroburgo, dove ha ricevuto anche un premio speciale della giuria e il Premio Shostakovich assegnato dalla famiglia del compositore.
Ha tenuto concerti per le maggiori istituzioni concertistiche in Italia (fra le altre La Scala, Società del Quartetto e Serate Musicali di Milano, Unione Musicale di Torino, Accademia Nazionale di S. Cecilia e Filarmonica Romana, Teatro La Fenice, Amici della Musica di Firenze, Associazione “A. Scarlatti” di Napoli, Amici della Musica di Palermo; Ravenna Festival). All’estero ha tenuto concerti in Svizzera, Austria, Germania, Israele, Francia, Spagna, Grecia, Stati Uniti, Canada e Giappone. Il repertorio del Quartetto include le composizioni per quartetto di Beethoven e di Bartók, eseguite in cicli integrali presso diverse società italiane; inoltre si è dedicato parallelamente alla diffusione della musica contemporanea con alcune prime esecuzioni di compositori italiani (Pennisi, Guarnieri, Cappelli, Grossi, Aralla e Scannavini).

Nata a Firenze, il soprano Maria Costanza Nocentini e' stata allieva di Suzanne Danco e si e' diplomata a pieni voti e lode presso il Conservatorio di Bologna. Nell’ambito del progetto Mozart-Da Ponte diretto dal M° Claudio Desderi ha debuttato Despina in Cosi’ fan tutte, Susanna in Nozze di Figaro e Zerlina in Don Giovanni, opere rappresentate in Italia e all’estero. Nel 1992 ha vinto il Concorso Internazionale "Toti Dal Monte" di Treviso e il Concorso Internazionale "Viotti" di Vercelli, per poi aggiudicarsi il secondo premio al Concorso Internazionale "Francisco Viñas" di Barcellona, oltre al premio speciale per la migliore interpretazione delle opere di Rossini ed il premio straordinario "Miguel Cervantes". Sin dagli esordi e' stata invitata a cantare sui principali palcoscenici italiani (Teatro alla Scala, Teatro Regio di Torino, San Carlo di Napoli, La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Firenze, Teatro Regio di Parma) ed esteri (Festival di Salisburgo, il Festival di Glyndebourne, la Staatsoper di Vienna, Bayerischer Staatsoper di Monaco, Théâtre des Champs Elysées di Parigi). Il suo repertorio comprende ruoli protagonistici di opere dal XVII al XX secolo. Da ricordare le sue interpretazioni in "Armide" di Gluck e "Le nozze di Figaro" alla Scala con Riccardo Muti e in "Lucia di Lammermoor" al Teatro De La Maestranza di Siviglia con Alfredo Kraus. Attualmente e’ docente di canto lirico presso il Conservatorio di Musica G. Martucci di Salerno e il Conservatorio F. Venezze di Rovigo.


Event Booking Form

About Post Author

luisa