fbpx

ANNA VINNITSKAYA, pianoforte

Turno A, B, P

Solopiano

FRANCK: Prélude, Fugue et Variation, op. 18
SKRJABIN: Valse in fa minore, op. 1; Fantaisie in si minore, op. 28; Deux Poèmes, op. 32; Sonata n. 5 in fa diesis maggiore, op. 53
CHOPIN: Improvviso n. 1 in la bemolle maggiore, op. 29; Improvviso n. 2 in fa diesis maggiore, op. 36; Improvviso n. 3 in sol bemolle maggiore, op. 51; Fantaisie-Impromptu n. 4 in do diesis minore, op. 66
RAVEL: Valses nobles et sentimentales; La Valse

Chiunque assista a un concerto di Anna Vinnitskaya rimane inevitabilmente affascinato dall'aura di questa artista. Il pubblico e la critica celebrano la sua capacità di dipingere grandi tele, oltre a scatenare spettacolari fuochi d'artificio. Il suo splendore tecnico non è mai un virtuosismo fine a sé stesso, ma sempre un mezzo di espressione, che si fonde con un suono naturale e sempre colorato. Anna Vinnitskaya è un'importante pianista del nostro tempo che racconta storie con la sua musica.
Il Primo Premio al Concours Reine Elisabeth di Bruxelles nel 2007 ha segnato l'inizio della sua carriera internazionale. Oggi Vinnitskaya suona con molte grandi orchestre in tutto il mondo e collabora con importanti direttori, come Andris Nelsons, Valery Gergiev, Krzysztof Urbański, Dmitri Kitajenko, Alan Gilbert e Mirga Gražinytė-Tyla. Nel corso della stagione 2021/22 è stata in tour con Kirill Petrenko e i Berliner Philharmoniker, dove ha debuttato al Festival di Salisburgo e fatto ritorno al Festival di Lucerne e alla Philharmonie de Paris.
Anna Vinnitskaya ha suonato, inoltre, con la Sächsische Staatskapelle Dresden, la Gewandhausorchester Leipzig e l'Orchestre Philharmonique de Radio France. Recentemente è stata artista in residenza della Philharmonie Dresden su invito di Marek Janowski, della WDR Symphony Orchestra di Colonia e della Museumsorchester di Francoforte, dove si è esibita in una serie di concerti solistici, cameristici e orchestrali. Durante la stagione 2020/21, il BOZAR di Bruxelles le ha dedicato un Ritratto d'artista. È stata invitata nelle stagioni di recital della Chicago Symphony Orchestra e dei Berliner Philharmoniker, alla Konzerthaus di Vienna, alla Suntory Hall di Tokyo e nelle principali sedi di Colonia, Essen, Dortmund, Stoccarda, Monaco e Amburgo, tra le altre.
Anna Vinnitskaya è anche un'appassionata musicista da camera. Con il violinista Emmanuel Tjeknavorian e il violoncellista Daniel Müller-Schott, nella stagione 2021/22 si è esibita in trio pianistico con opere di Debussy, Čajkovskij, Brahms e Schubert.
Le sue registrazioni su disco hanno vinto numerosi premi, come il Diapason d'Or e il Gramophone Editor's Choice. All'inizio del 2021 ha presentato un album di Ballate e Improvvisi di Chopin, che è stato accolto con grande entusiasmo dalla critica. In precedenza, ha pubblicato un album di Rachmaninov con la NDR Elbphilharmonie Orchester e Krzysztof Urbański, e una registrazione dei Concerti per pianoforte di Bach insieme a Evgeni Koroliov, Lyupka Hadzi Georgieva e la Kammerakademie Potsdam (Alpha Classics/Outhere Music).
Anna Vinnitskaya è nata a Novorossijsk, in Russia. Ha studiato con Sergei Osipienko a Rostov e, successivamente, con Evgeni Koroliov alla Hochschule für Musik und Theater di Amburgo, dove lei stessa è docente dal 2009.

[Ph. Marco Borggreve]


Event Booking Form

About Post Author

luisa