JULIA HAGEN, violoncello – ANNIKA TREUTLER, pianoforte

Turno A, C

BEETHOVEN: Sette variazioni in mi bemolle maggiore WoO 46 sul tema "Bei Männern, welche Liebe fühlen" da "Die Zauberflöte" di W.A. Mozart.
BRAHMS: Sonata n. 1 in mi minore op. 38.
DEBUSSY: Sonata n. 1 in re minore L 144.
FRANCK: Sonata in la maggiore.

Con il sostegno del Forum Austriaco di Cultura a Roma

Julia Hagen, nata nel 1995 a Salisburgo, ha iniziato lo studio del violoncello a cinque anni con Detlef Mielke al Musikum di Salisburgo. Fra il 2007 ed il 2011 ha studiato al Mozarteum con Enrico Bronzi, e poi all’Università di Vienna con Reinhard Latzko. Ha ricevuto più volte il Premio “Prima la Musica” (solo e musica da camera) e nel 2014 il Concorso Internazionale J.Brahms le ha assegnato il premio speciale ESTA.
Nell’anno di studi 2014/15 è stata uno dei sei studenti ammessi alla “Classe d’excellence de violoncelle” tenuta da Gautier Capuçon e sponsorizzata dalla Fondazione Louis Vuitton, esperienza che ha ripetuto nell’anno di studi 2015/16.
Ha inoltre seguito masterclass di Umberto Clerici, Giovanni Gnocchi, Claudio Bohorquez.
Ha ricevuto più volte il Premio “Prima la Musica” (solo e musica da camera); nel 2010 ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale di Liezen. Nel 2014 il Concorso Internazionale J.Brahms le ha assegnato il premio speciale ESTA. L’ultimo riconoscimento ottenuto, “Musica Juventutis”, le è valso l’invito per un concerto alla Konzerthaus di Vienna. Nell’estate 2015 ha preso parte all'Accademia Internazionale Ozawa in Svizzera.
Ha suonato in Trio e in Duo in Italia e Austria; è stata invitata dalla Kronberg Academy e dai Wiener Philahrmoniker a prendere parte a diversi progetti musicali.
Come solista ha suonato con l’Orchestra Wiener Jeunsse a Linz e Aosta. È stata inoltre ospite del Beethovenfest di Bonn, del Festival Allegro Vivo, della Diabelli Sommer e del Festival Piatti, del Festival Amfiteatrof a Levanto e ai Musiktage di Mondsee.
Ha di recente vinto il prestigioso Concorso Internazionale di violoncello Benedetto Mazzacurati, assegnatole da una giuria di cui facevano parte, oltre al Direttore del Conservatorio e al Direttore Artistico dell’Orchestra Nazionale della RAI, tre fra i più brillanti protagonisti della scena musicale internazionale: Enrico Dindo, Giovanni Sollima e Thomas Demenga. Suona un violoncello di Francesco Ruggieri, messole a disposizione da un privato.

Annika Treutler è considerata uno dei giovani artisti tedeschi più promettenti.
A soli 27 anni, Annika Treutler è stata premiata con numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Tra questi, ha ricevuto il 3° premio al Concorso internazionale di musica di Montreal ed è stata semifinalista all'ARD Internation Music Competition di Monaco di Baviera. Nel 2013, Annika Treutler ha raggiunto la semifinale al Concorso Pianistico Internazionale di Cleveland. Ha ricevuto sia il 2° Premio, sia il Premio del Pubblico al Concours Grieg di Oslo nel 2009. Altri riconoscimenti includono premi dall'International Munich Klavierpodium e al Concorso Pianistico Internazionale Gina Bachauer a Salt Lake City . Annika Treutler ha accettato una borsa di studio dal Deutscher Musikwettbewerb nel 2011 dopo aver vinto il Young Artist Award del GWK (Società per la promozione dell'attività culturale Westfaliana) a Münster / Westfalia.
Il 2015 ha segnato l'uscita dell'ultimo CD di Annika Treutler con l'etichetta Syquali / Harmonia Mundi con opere di Mendelssohn. Il suo CD di debutto con Fantasy Pieces e la Fantasie in do maggiore di Robert Schumann è stato pubblicato nell'aprile 2013 con il marchio GENUIN.
Tra i momenti salienti della stagione 16/17, Annika Treutler ha debuttato con l'Orchestra Gürzenich alla Philharmonie di Colonia, con la Staatsorchester Wiesbaden e alla Konzerthaus Wien. Inoltre è ritornata alla Deutsche Kammerorchester di Berlino per un concerto al Konzerthaus Dortmund.

Per la nostra intervista esclusiva a Julia Hagen, cliccare qui.

[ph © Neda Navaee].


Event Booking Form

About Post Author

luisa