AdM OFF | GABRIELE MIRABASSI, clarinetto – SIMONE ZANCHINI, fisarmonica

DOMENICA 7 LUGLIO 2024, ore 21
Cortile delle donne dell’Istituto degli Innocenti

Grande forza e suono di un solista del calibro di Gabriele Mirabassi, da più di trent’anni tra i migliori clarinettisti del panorama internazionale, sostenuto dal magma sonoro e creativo di Simone Zanchini, considerato uno dei più originali e innovativi fisarmonicisti della sua generazione. Il duo Mirabassi-Zanchini mescola alle sonorità jazz la goliardia dei ritmi del Sud America e la profondità pulsante del vecchio swing. Nel loro progetto Il gatto e la volpe, i due eclettici musicisti spaziano e improvvisano, alternando composizioni originali a celebri standard del repertorio latino-americano.

“Uno cerca una levatrice per le proprie idee, l’altro qualcuno da aiutare: così nasce un buon dialogo”. Mi sono imbattuto anni fa in questa frase di Nietzsche, che secondo me racconta bene cosa significa suonare in duo. Formazioni più grandi implicano un lavoro di organizzazione del materiale, una divisione di ruoli e funzioni più rigidamente controllate e preordinate. In duo ci si può permettere più facilmente il viaggio, il coraggio della fiducia, l’abbandono all’ascolto, la sorpresa nel trovare quello che non cercavi, il ritorno a casa senza sapere esattamente da dove sei passato, godere di quello che succede semplicemente perché succede, l’adrenalina dell’incomprensione, l’acutezza dell’attenzione, il fascino del dubbio, il conforto della complicità, il piacere della condivisione.
Il duo è la quintessenza dello stare insieme, che poi è la gioia della musica. Insomma, per dirla con le parole di un altro grande scrittore, Erri de Luca, “due non è il doppio, ma il contrario di uno”. (Gabriele Mirabassi)