fbpx

QUARTETTO PROMETEO – VOLKER JACOBSEN, viola – ENRICO DINDO, violoncello

Turno A, C

Il concerto è dedicato alla memoria di Antonino Riccardo Luciani

BRAHMS: Sestetto n. 1 in si bemolle maggiore, op. 18
BRAHMS: Sestetto n. 2 in sol maggiore, op. 36

Vincitore della 50° edizione del Prague Spring International Music Competition nel 1998, il Quartetto Prometeo è stato insignito anche del Premio Speciale Bärenreiter per la migliore esecuzione fedele al testo originale del Quartetto K. 590 di Mozart, del Premio Città di Praga come migliore quartetto e del Premio Pro Harmonia Mundi.
Nel 1998 il Quartetto Prometeo è stato eletto complesso residente della Britten Pears Academy di Aldeburgh e, nel 1999, ha ricevuto il premio Thomas Infeld dalla Internationale Sommer Akademie Prag-Wien-Budapest per le “straordinarie capacità interpretative per una composizione del repertorio cameristico per archi” ed è risultato secondo al Concours International de Quatuors di Bordeaux. Nel 2000 è stato nuovamente insignito del Premio Speciale Bärenreiter al Concorso ARD di Monaco.
Il Quartetto Prometeo ha ricevuto il Leone d’Argento 2012 alla Biennale Musica di Venezia.
Si è esibito nelle più importanti sale, tra cui Concertgebouw di Amsterdam, Musikverein, Wigmore Hall, Aldeburgh Festival, Prague Spring Festival, Mecklenburg Festival, Accademia di Santa Cecilia, Società del Quartetto di Milano, Amici della Musica di Firenze, Teatro La Fenice.
Ha collaborato con Mario Brunello, David Geringas, Veronika Hagen, Alexander Lonquich, Enrico Pace, Stefano Scodanibbio, Quartetto Belcea, Enrico Bronzi, Mariangela Vacatello, Lilya Zilberstein.
Particolarmente intenso è il rapporto artistico con Salvatore Sciarrino, Ivan Fedele e Stefano Gervasoni. Il Quartetto ha inciso per ECM, Sony e Brilliant.
Dal 2013 è “quartetto in residence” all’Accademia Chigiana, in collaborazione con la classe di composizione di Salvatore Sciarrino, e dal 2019 tiene corsi presso l’Accademia musicale Santa Cecilia di Portogruaro e, dal 2020, a Roma nell’ambito di Avos Project.

Nato a Hannover, Volker Jacobsen ha intrapreso gli studi con Christian Pohl per proseguirli alla Musikhoschule di Lubecca con Barbara Westphal. Ha fondato nel 1989 il Quartetto Artemis, una formazione inizialmente studentesca, che ottiene i primi premi al “Deutscher Musikwettbewerb” nel 1995, al concorso ARD di Monaco di Baviera nel 1996 e il Premio Borciani a Reggio Emilia, iniziando in questo modo una brillante carriera internazionale.
Come membro del Quartetto Artemis, Volker Jacobsen è stato docente alla Universität der Künste di Berlino e Visiting Professor alla Chapelle Reine Elisabeth a Bruxelles. Nel 2007 ha lasciato il Quartetto per dedicarsi ad altri progetti di musica cameristica e all’insegnamento. Nello stesso anno è diventato docente presso la Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover. Molti suoi studenti ricoprono diversi posti di prime parti in orchestre tedesche e internazionali.
Attualmente ha come partner musicali Lars Vogt, Matthias Kirschnereit, Christian Tetzlaff, Isabelle Faust, Daniel Gaede, Isabelle van Keulen, Gustav Rivinius e Sharon Kam. Collabora con il Quintetto Bartholdy, il Trio Humboldt e il MAX Piano Quartet.

Figlio d’arte, Enrico Dindo inizia a sei anni lo studio del violoncello. Si perfeziona con Antonio Janigro e, nel 1997, conquista il Primo Premio al Concorso "Rostropovich" di Parigi. Da quel momento inizia un’attività da solista che lo porta a esibirsi con i più importanti direttori e orchestre, tra cui BBC Philharmonic, Rotterdam Philharmonic, Tokyo Symphony Orchestra, Filarmonica della Scala (dove è stato primo violoncello dal 1987 al 1999), Filarmonica di San Pietroburgo, London Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, Gewandhausorchester Leipzig Orchestra e Chicago Symphony. Creatore e Direttore stabile dell’Orchestra da Camera “I Solisti di Pavia”, è docente della cattedra di violoncello presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, la Pavia Cello Academy e ai corsi estivi dell’Accademia “T. Varga” di Sion.
Dal 2013 è Accademico di Santa Cecilia, dal 2014 al 2021 è stato Direttore Musicale della Croatian Radiotelevision Symphony Orchestra e, dal gennaio 2022, è stato nominato Direttore Artistico dell'Accademia Filarmonica Romana
Enrico Dindo suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717, affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.


Event Booking Form

About Post Author

Amici della Musica