JERUSALEM QUARTET

Il mondo del Quartetto
Turno A, C

HAYDN: Quartetto in sol maggiore op. 77 n. 1, Hob. III:81
BEETHOVEN: Quartetto per archi n. 11 in fa minore, op. 95 "Serioso"
BARTÓK: Quartetto per archi n. 1 op. 7, BB 52 SZ 40

JERUSALEM QUARTET:
Alexander Pavlovsky - Sergei Bresler, violini
Ori Kam, viola
Kyril Zlotnikov, violoncello

Con la fondazione del Quartetto nella stagione 1993/1994 ed il debutto nel 1996, i quattro musicisti israeliani hanno intrapreso un viaggio di crescita e maturazione che li ha portati ad avere un vasto repertorio e una impressionante profondità di espressione: un viaggio che è tutt'oggi ancora motivato dalla stessa energia e curiosità con cui l'ensemble ha iniziato.
Il Quartetto Jerusalem porta avanti le tradizioni dei quartetti d'archi in un modo unico, avendo trovato il suo cuore espressivo in un suono caldo, pieno, umano e nel bilanciamento tra toni alti e bassi, ottenendo la possibilità di raffinare sia le interpretazioni del repertorio classico sia delle opere di epoche più recenti e, in entrambi i casi, ambendo alla perfezione del suono.
Le collaborazioni con artisti del calibro di András Schiff, Elisabeth Leonskaja, Alexander Melnikov, Tabea
Zimmermann, Nobuko Imai, Steven Isserlis, Gary Hoffman, Sharon Kam e Martin Fröst dimostrano chiaramente come ogni artista ospite diventi parte integrante dell'inseparabile ensemble.
Il Quartetto Jerusalem è ospite regolare e affezionato delle sale da concerto più rinomate al mondo; l’ensemble ha ricevuto accoglienza speciale in Nord America, dove si è esibito in città quali New York, Chicago, Los Angeles, Filadelfia, Cleveland, Washington e al Festival di Ravinia. Anche in Europa il Quartetto è ospite di importanti sale quali la Tonhalle di Zurigo, la Herkulessaal di Monaco, la Wigmore Hall di Londra, il Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, oltre ad apparizioni speciali all'Auditorium du Louvre di Parigi, alla Laeiszhalle di Amburgo e ad importanti festival quali la Schubertiade di Schwarzenberg, il Festival di Verbier, il Festival di Rheingau, il Festival di Salisburgo, lo Schleswig Holstein Musikfestival, il Festival Notti Bianche di San Pietroburgo e molti altri.
Il Quartetto Jerusalem registra in esclusiva per Harmonia Mundi.
Gli album con i Quartetti di Haydn e "La Morte e la Fanciulla" di Schubert sono stati premiati con riconoscimenti prestigiosi quali il Diapason d'or, il BBC Music Magazine Award e un ECHO Klassik. Nel gennaio 2014 è stato inciso l'acclamatissimo album con i quartetti d'archi di Janácek e Smetana. Nel 2015 è stato pubblicato un CD con l’op. 18 di Beethoven.

Per l'intervista esclusiva al Jerusalem Quartet, cliccare qui.


Event Booking Form

About Post Author

maurizio